Sharing Cities – Città Europee unite per la Sostenibilità Urbana

Messaggi

Energia / Messaggi 75 Views

L’11 e il 12 Aprile scorsi, OV Group ha partecipato a Sharing Cities, evento per promuovere la Sostenibilità Urbana, che ha riunito di tutti i progetti Smart City (H2020-SCC01) finanziati dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma di Ricerca Horizon2020. L’evento è stato ospitato a Lisbona nell’ambito della fiera di settore Portugal Smart Cities Summit e ha visto la presenza congiunta di tutti i 12 progetti Smart City cofinanziati, con il coinvolgimento di 36 Lighthouse City e 40 Follower City. OV Group ha partecipato come rappresentante di 2 progetti Horizon: Remourban e Stardust; inoltre hanno presieduto all’evento anche i rappresentanti della DG ENERGIA e dell’agenzia esecutiva INEA, oltre alle piattaforme di Marketplace per progetti di Smart City SCIS e EIP.

Dopo un incontro informale presso la residenza lusitana dell’ambasciatore inglese e la sessione congiunta aperta al pubblico e ai media, i lavori si sono poi articolati in tre workshop paralleli, secondo la metodologia del co-working e co-design. OV ha partecipato al workshop, tenuto dalla città di Milano assieme al Politecnico di Milano, sulla tematica Building Retrofit e Social Housing, nell’ambito del quale ha ricoperto il ruolo di Leader su Innovative Business Modelling. Il gruppo di lavoro ha avuto il compito di valutare i diversi modelli economici applicati alle varie realtà locali, identificando denominatori comuni e disegnando uno schema innovativo di Business Model con lo scopo di stimolare la nascita di nuovi mercati Smart&Green e profilare uno strumento utile per la replicabilità del modello in molte città europee.

I lavori proseguiranno nei mesi a venire e il prossimo appuntamento è fissato per la metà di Giugno 2018 a Sofia.

Stardust Project: Il nuovo progetto Smart City Stardust è stato avviato nel mese di Ottobre 2017: 20 milioni e 5 anni di tempo per intervenire su distretti selezionati delle città di Trento, Pamplona e Tampere in ottica Smart City. Gli interventi previsti vanno dall’efficientamento energetico di edifici ad alti consumi, agli interventi di smart mobility (trasporto pubblico e privato elettrico e ibrido) e all’implementazione di piattaforme ICT, piattaforme intelligenti per la gestione urbana. Ben 5 le città follower, quelle cioè che studieranno e seguiranno l’evoluzione dei progetti nelle lighthouse cities per replicarne, senza i fondi Horizon2020, gli interventi.

Remourban: RemoUrban ha l’obiettivo di sviluppare un Modello Sostenibile di Rigenerazione Urbana, per offrire un approccio integrato e accelerare così la trasformazione di aree urbane in luoghi di progresso sociale ed ecologico, vere e proprie Smart Cities integrate nell’ambiente. OV Group è attivo come unico financial advisor del consorzio, e si occuperà della pianificazione strategica degli interventi e della costruzione del business model. I cantieri nelle città di Valladolid (Spagna), Nottingham (UK) e Tepebasi (Turchia) sono in corso, e proprio nell’ambito del progetto, a marzo scorso è stato firmato il Cooperation Manifesto, un accordo formale di cooperazione per sancire l’impegno comune verso la realizzazione di spazi urbani efficienti e low-carbon. Una cooperazione che è già realtà nella community dei Progetti pilota, ma rappresenta – con l’ufficializzazione – un passo avanti cruciale negli sforzi dell’UE di ottimizzarne i risultati e diffonderli oltre la contingenza dei progetti stessi.

&

L'articolo Sharing Cities – Città Europee unite per la Sostenibilità Urbana sembra essere il primo su Officinae Verdi Blog.

Comments